Le migliori Pasticcerie di Parigi

I migliori dolci francesi da provare!

le migliori pasticcerie di parigi macarons icon

Le migliori Pasticcerie di Parigi

I migliori dolci francesi da provare!

le migliori pasticcerie di parigi macarons icon

Finalmente, l’articolo tanto atteso è arrivato!

Iniziamo subito, quanti giorni servono per provare le migliori pasticcerie di Parigi?

Io, personalmente ci perderei tutta la vita, torno a Parigi una volta l’anno, che sia per uno scalo o per hobby ogni scusa è buona per rimettere piede nella ville lumiere.

Secondo me, se trovate un volo low cost per Milano-Parigi, bene! Parigi in 3 giorni basta per dare un assaggio!!

Come arrivare a Parigi?

Il metodo migliore e il più economico per la mia esperienza rimane l’aereo.

In ogni caso, se prenotate con largo anticipo e tenete d’occhio le offerte, è possibile usare il TGV per Parigi.

Quando andare a Parigi?

Dipende cosa desiderate da questa città, i periodi più belli rimangono la primavera e il Natale, secondo me.

Ora, fatto questo preambolo di domande comuni, iniziamo con quello che è di mia competenza o meglio con quello che mi appassiona: i dolci e le pasticcerie.

In questo articolo voglio dirvi quali sono le pasticcerie migliori di Parigi, ma come vedrete non ci sarà un vincitore assoluto, ma ci saranno tanti vincitori, ognuno però su un dolce specifico.

Pierre Hermé

Il miglior croissant a Parigi – Pierre Hermé

Dopo aver girato per le strade illuminate di questa città, aver gustato vari pain au chocolat e croissant al burro, io, senza alcun dubbio, ho raggiunto quello che per me è il croissant perfetto!

Pierre Hermé ha negozi sparsi per tutta la città, l’unica pecca è che sono principalmente negozio a pret-a-porter, quindi take away. Nonostante questo, sono disposta a rinunciare al cappuccino, oppure prendere un cappuccino da asporto ed andare a comprare il croissant da lui e poi mangiarmelo magari ai giardini di Lussemburgo su una sedia verde.

Il croissant di cui parlò è Ispahan composto da un abbinamento pazzesco: rose, lamponi e litchi.

Delicato, dolce, romantico e leggero. Il gusto sa sorprenderti perché non è il solito croissant.

E’ riuscito a riprodurre il sapore che sa darti uno dei suoi macarons, ma dentro una pasta soffice al burro.

le migliori pasticcerie di Parigi Pierre Hermè

Angelina a Parigi

La migliore cioccolata calda e la migliore crema di marroni: Angelina a Parigi

Sette anni fa conobbi per la prima volta questa pasticceria e sala da tè, oggi, Angelina si è allargata anche lei e presenta tante pasticcerie sparse per tutta Parigi.

Angelina è tradizione, non riesce a stupirvi per abbinamenti sensazionali ma riesce a stupire per la semplicità con cui mantiene una classica crema alla vaniglia, rendendola la migliore che abbiate mai mangiato.

Il suo salone da te è il più antico.

Quali sono i dolci che meritano di essere mangiati qui e non da altre parti?

La cioccolata calda di Angelina

Sì, la cioccolata va presa qui non c’è dubbio! La panna come accompagnamento sempre perfetta.

Il mont blanc di Angelina

Ripeto e ripeto, la crema di marroni è un must di questa pasticceria, quindi i suoi dolci ai marroni rimangono i più buoni ed imbattibili, forse leggermente grandi ma alla fine… una volta andata a Parigi, se si pecca di gola si deve peccare come si deve!

Altro dolce imperdibile qui è la millevoglie (o era millefoglie).

La crema alla vaniglia di Angelina è un connubio tra una crema chantilly e gocce di vaniglia pura… è semplicemente pazzesca. La pasta risulta croccante e con la giusta quantità di strati per essere degna del nome millefoglie!

Angelina a Parigi

La migliore cioccolata calda e la migliore crema di marroni: Angelina a Parigi

Sette anni fa conobbi per la prima volta questa pasticceria e sala da tè, oggi, Angelina si è allargata anche lei e presenta tante pasticcerie sparse per tutta Parigi.

Angelina è tradizione, non riesce a stupirvi per abbinamenti sensazionali ma riesce a stupire per la semplicità con cui mantiene una classica crema alla vaniglia, rendendola la migliore che abbiate mai mangiato.

Il suo salone da te è il più antico.

Quali sono i dolci che meritano di essere mangiati qui e non da altre parti?

La cioccolata calda di Angelina

Sì, la cioccolata va presa qui non c’è dubbio! La panna come accompagnamento sempre perfetta.

Il mont blanc di Angelina

Ripeto e ripeto, la crema di marroni è un must di questa pasticceria, quindi i suoi dolci ai marroni rimangono i più buoni ed imbattibili, forse leggermente grandi ma alla fine… una volta andata a Parigi, se si pecca di gola si deve peccare come si deve!

Altro dolce imperdibile qui è la millevoglie (o era millefoglie).

La crema alla vaniglia di Angelina è un connubio tra una crema chantilly e gocce di vaniglia pura… è semplicemente pazzesca. La pasta risulta croccante e con la giusta quantità di strati per essere degna del nome millefoglie!

Ladurèe

Passiamo ora a Ladurèe, famoso e famosissimo.

Vi svelo un segreto: per una colazione tranquilla andate in quello presso gli Champs Elysèe.

La sala da tè è molto ampia ed ha delle vetrate luminose che si affacciano direttamente sul viale alberato più famoso della città

Ladurée batte gli altri sul menu, nel senso che secondo me ha il pacchetto colazione più buono e vario, inoltre gli infusi che propone sono sicuramente i migliori.

Ma io decreto come dolce di punta di Ladurèe la sua tarte tatin, torta alle mele, ebbene… il tocco che fa la differenza?

Viene servita leggermente tiepida, quando la portano al tavolo il profumo delle mele cotte inizia a salire verso l’alto ed incontra il vostro naso ed attirerà i vostri occhi verso il basso che troveranno lei, la torta.

Odette Parigi

Odette Paris, i migliori bignè.

Questa descrizione non richiede tante parole, sono semplici bignè ma il loro ripieno e la loro pasta non ha uguali, quindi per chi non volesse solo dei semplici bignè, ma desidera i migliori si prepari, perché una volta assaggiata la loro pasta non riuscirà più ad accontentarsi dei soliti bignè!

le migliori pasticcerie di Parigi Odette
le migliori pasticcerie di Parigi Cafè Pouchkine

Le Cafè Pouchkine

 Questa sala da tè si trova su una linea di confine tra la Francia e la Russia, definirei l’ambiente molto bello e suggestivo, i dolci sono esteticamente molto particolari richiamano la Russia; il gusto forse leggermente troppo zuccherati per i miei gusti. 

Odette Parigi

Odette Paris, i migliori bignè.

Questa descrizione non richiede tante parole, sono semplici bignè ma il loro ripieno e la loro pasta non ha uguali, quindi per chi non volesse solo dei semplici bignè, ma desidera i migliori si prepari, perché una volta assaggiata la loro pasta non riuscirà più ad accontentarsi dei soliti bignè!

le migliori pasticcerie di Parigi Odette

Le Cafè Pouchkine

 Questa sala da tè si trova su una linea di confine tra la Francia e la Russia, definirei l’ambiente molto bello e suggestivo, i dolci sono esteticamente molto particolari richiamano la Russia; il gusto forse leggermente troppo zuccherati per i miei gusti. 

le migliori pasticcerie di Parigi Cafè Pouchkine

I migliori macarons a Parigi

Arriviamo ora ad un tasto dolente e complesso: i macarons!

Senza troppi indugi, io dichiaro come vincitore assoluto Pierre Hermé. E vi dico che ormai anche il prezzo mi va bene così.

Sì, quest’uomo ha un dono, sia per quando riguarda la cottura, lo spessore e il bilanciamento tra il dentro e il macarons stesso, sia per gli azzardati ed intraprendenti abbinamenti che crea.

Vi dico, gli ultimi che ho assaggiato sembravano improponibili e invece vi faranno convincere che gli opposti si attraggono.

Ecco i miei preferiti:

  • Montebello: pistacchio e lamponi
  • Mogador: cioccolato e frutto della passione
  • Pomposa: marroni e rose
  • Caviar Petrossian : caviale e liquore alle noci

Però, se volete un macaron alla rosa o con all’interno i lamponi freschi, senza ombra di dubbio dovete recarvi da Ladurèe.

Se volete un macaron ai marroni… beh, come ho detto prima andate da Angelina.

Pasticcerie Pret à porter

Per finire voglio solo aggiornarvi su quali sono le migliori pasticcerie di Parigi innovative, creative e assolutamente pensate per il trasporto!

Eclair de Génie: il pasticcere è un genio delle eclair, gusti nuovi, con influenza esotica ed asiatica, colori vivaci, idee di personalizzazione geniali, semplici e pratici da mangiare mentre si passeggia.

Michalak: allora quest’uomo è da applaudire per le sue torte i cosiddetti Fantastik… torte che sembrano dipinti su tela con sac a poche.

Se dovessi far fare o prendere un dolce per più persone o la torta di compleanno perfetta andrei da lui!

Per ultimo, ma non ultimo, ho scoperto due luoghi con grandi derivazioni asiatiche: si chiamano Maison Aleph e Sadaharu Aoki.

Maison Aleph: fa qualcosa di strano ed innovativo, ovvero usa la pasta fillo per fare dolci, tipicamente qualcosa che noi occidentali conosciamo salata. I dolci rimangono leggeri, per niente fritti, insoliti… davvero insoliti.

Sadaharu Aoki: è riuscito a portare il Giappone a Parigi, moltissimi dolci con tè matcha e yuzu, come da rigore giapponese e le forme e la bellezza tipicamente francesi adatta ad una città come Parigi.

Pasticcerie Pret à porter

Per finire voglio solo aggiornarvi su quali sono le migliori pasticcerie di Parigi innovative, creative e assolutamente pensate per il trasporto!

Eclair de Génie: il pasticcere è un genio delle eclair, gusti nuovi, con influenza esotica ed asiatica, colori vivaci, idee di personalizzazione geniali, semplici e pratici da mangiare mentre si passeggia.

Michalak: allora quest’uomo è da applaudire per le sue torte i cosiddetti Fantastik… torte che sembrano dipinti su tela con sac a poche.

Se dovessi far fare o prendere un dolce per più persone o la torta di compleanno perfetta andrei da lui!

Per ultimo, ma non ultimo, ho scoperto due luoghi con grandi derivazioni asiatiche: si chiamano Maison Aleph e Sadaharu Aoki.

Maison Aleph: fa qualcosa di strano ed innovativo, ovvero usa la pasta fillo per fare dolci, tipicamente qualcosa che noi occidentali conosciamo salata. I dolci rimangono leggeri, per niente fritti, insoliti… davvero insoliti.

Sadaharu Aoki: è riuscito a portare il Giappone a Parigi, moltissimi dolci con tè matcha e yuzu, come da rigore giapponese e le forme e la bellezza tipicamente francesi adatta ad una città come Parigi.

Parigi per Disabili

Concludo l’articolo dicendo quali di queste pasticcerie sono agibili ed hanno anche il bagno adeguato!

Sono certa di tre pasticcerie, qui sotto i nomi e le vie di quelle prive di barriere e con bagno accessibile.

Grazie della compagnia e alla prossima recensione sulle pasticcerie che riguarderà…

le migliori pasticcerie a Milano

Vi ho svelato quali siano le migliori pasticcerie di Parigi, ora scopri anche quali sono le migliori Bakery di New York!!

Vi ho svelato quali siano le migliori pasticcerie di Parigi, ora scopri anche quali sono le migliori Bakery di New York!!