GIAPPONE PER TUTTI

hanami giappone

Il Giappone è un Paese per tutti, a mio avviso il Paese più accessibile che per ora abbia mai visto!

Mi sono innamorata di questo Paese dal primo momento, delle sue usanze e del modo di vedere il prossimo.

L’attenzione, la cura del dettaglio e la ricerca della bellezza sono tradizioni ancora vive.

Tokyo è un città accessibile per le persone con disabilità.

Se andate accompagnati, vedrete che proverete di nuovo la sensazione di fare una libera passeggiata.

Quando andare in Giappone

Quando penso al Giappone mi viene immediatamente da pensare alla fioritura dei ciliegi e subito dopo ai manga e anime giapponesi.

Il migliore periodo dell’anno per visitare il Giappone è la primavera. Le strade, i parchi e i templi si tingono di sfumature di rosa grazie ai sakura sparsi per tutta la città.

Prevedere la fioritura è facile grazie alla precisione degli enti giapponesi, ogni anno aggiornano le date della fioritura.

Se volete programmare l’itinerario in base alla fioritura dei ciliegi

Vi metto qui il link che viene aggiornato ogni anno per la fioritura dei ciliegi!

geisha in giappone

Giappone low cost

Ragazzi, qui arriva subito una buona notizia: organizzato in tempo, il Giappone è accessibile anche economicamente!!

I voli, se presi per tempo, possono essere trovati a dei prezzi vantaggiosi.

Per risparmiare sugli hotel basta evitare il centro città, ma grazie all’impeccabile rete ferroviaria e metropolitana, raggiungere ogni angolo della città è questione di pochi minuti e vi permetterà di risparmiare un sacco di soldi sui pernottamenti.

Il cibo di strada costa davvero poco ed è davvero prelibato. La cucina nei ristoranti a base di sushi, invece, è cara.

Ma prima di parlare di quali hotel consiglio (nel prossimo articolo), voglio mostrarvi il tour che abbiamo fatto noi.

Giappone: Tour accessibile per tutti

Itinerario Giappone in 15 giorni

Vi presento qui il nostro itinerario di 15 giorni in Giappone in primavera.

Quali città visitare in Giappone in 15 giorni

  • Tokyo
  • Kyoto
  • Nara
  • Hiroshima
  • Myajima
  • Osaka
  • Kanazawa
  • Hakone
  • Kobe
  • Nikko

Tokyo

Tokyo è una città magica, sempre viva, non dorme mai, piena di gente che va e viene dalla città.

Shinjuku è una delle stazioni più grandi e trafficate al mondo, accessibile ma attenti ci si perde dentro (letteralmente)!!  Noi non riuscivamo più ad orientarci.

Le stazioni giapponesi sono delle vere e proprie città sotterranee.

Tokyo è divisa in quartieri.

Shinjuku : quartiere moderno e vivo, perfetto per vita notturna e diurna. Tantissimi centri commerciali, bar e caffè di ogni tipo e fantasia. Ricordo che qui avevano trovato il caffè di Conan, si avete capito bene il detective con gli occhiali!

Uno dei quartieri migliori per pernottare.

Ginza: dicono che sia il quartiere più ricco, un po’ l’élite di Tokyo.

Shibuya: quartiere giovanile, qui troverete l’incrocio più spettacolare al mondo e più trafficato. Hanno calcolato che al giorno ci passano più di un milione di persone.

Akihabara: il quartiere della tecnologia e degli anime e manga.

Qui troverete anche i Maid Cafè soprattutto in Chuo Dori, una delle vie principali.

Roppongi: se amate la vita notturna allora vi consiglio una gita in questo quartiere. Troverete tanti ristoranti, bar e discoteche.

5 cose da fare a Tokyo

I luoghi imperdibili di Tokyo

Il mercato del pesce di Tsukiji!! Ragazzi.. non ci sono scuse: dovete andare!!

Ogni prelibatezza che abbiate mai sognato è qui! Il miglior sushi che io abbia mai mangiato!

Santuario Meiji: imparate la tradizione e fate una preghiera. Personalmente mi sono innamorata del rito giapponese della preghiera.

Ueno park: un luogo bello di giorno quanto di notte, se siete in coppia è il posto giusto per fare un pic nic. Se no, non vi preoccupate! Per i giapponesi è un luogo perfetto anche per famiglie ed amici.

Di notte è uno dei parchi più illuminati!

Un altro parco molto bello è il Shinjuku Gyoen!!

Tokyo Disneyland: noi non siamo andati, ma sarà uno dei nostri prossimi obiettivi! Dicono che il Tokyo Disneyland abbia davvero le giostre attrezzate per le carrozzine.

Se non l’avete ancora fatto, potete leggere il mio articolo di Disneyland Paris QUI

mercato del sushi a tokyo

Kyoto

Le città giapponesi sono tutte molto accessibili tranne la parte antica di Kyoto.

Kyoto è una città arroccata e in salita, quindi piena di gradini. 

Nonostante il suo intramontabile fascino bisogna accettare che non sia accessibile.

In questa città potrete scorgere numerose persone con i kimono tradizionali camminare per strada. Sarà inoltre possibile affittare per una giornata il vostro kimono per immergervi completamente nella tradizione giapponese.

Assolutamente imperdibile è Arashiyama, la foresta di bambù poco distante dalla città… per nostra gioia completamente agibile!

Altre mete da non perdere sono: il Padiglione d’oro (Kinkakuji) e Fushimi Inari: un tempio caratterizzato da tante porte rosse sparse lungo la montagna, ma ahimè… qui è pieno di gradini, vale la pena comunque avvicinarsi per poter ammirare le prime porte visibili.

Hakone

Siamo andati ad Hakone per un unico motivo, ma molto valido… le terme!

Hakone è una delle mete preferite dei giapponesi per rilassarsi ed andare alla terme.

Inoltre da qui partono tantissimi itinerari in treno che permettono di vedere il monte Fuji!

Trovare moltissimi hotel adatti per persone con disabilità, non sarà un problema.

Ma la difficoltà riguarda le terme…

In Giappone le terme sono separate tra maschi e femmine, quindi se avete bisogno di un accompagnatore (del sesso opposto) è impossibile restare insieme.

L’unica possibilità è affittare delle terme per coppie! Sono “stanze” private con vasche di acqua termale che vi permetteranno di godere di questa esperienza in tutta tranquillità, rimanendo in coppia.

Nara

Nara è magnifica per il suo bellissimo parco!

Avrete sicuramente già visto foto tra ciliegi e cerbiatti… bene se ne volete una anche voi, dovete recarvi qui!

Non tutto il parco è accessibile, ma abbastanza da godervi tutto il necessario.

Dovrete solo stare attenti perché questi animali molto carini sono davvero affamati! E ogni tanto MORDONO!

Osaka

Questa città è una tappa obbligatoria se si vuole vedere il castello di Himeji e il castello di Osaka.

Entrambi sono bellissimi.

Il castello di Osaka è più accessibile rispetto ad Himeji.

Ad Himeji potrete arrivare fino al prato principale ma per salire all’interno delle mura incontrerete diversi gradini e salite anche molto ripide.

Però a parer mio merita comunque andare. Soprattutto nel periodo della fioritura.

Il parco del castello è un distesa immensa di ciliegi in fiore e di persone che fanno pic nic.

Osaka di notte è una delle città più illuminate.

È un must recarsi di notte a Namba, una delle vie più famose al mondo.

Nikko

Siamo andati a Nikko per vedere un tempio.

Ma ahimè questa è stata una delle nostre imprese poiché il tempio non è agibile e ci sono tantissimi gradini.

Quindi vi farò vedere delle foto che abbiamo fatto, ma a meno che non abbiate anche voi uno sherpa come Andrea risulta impossibile andare.

Kanazawa

Kanazawa è la città dell’oro.

Se volete provare le purezza di mangiare un gelato con foglie d’oro siete nel posto giusto!

Se volete farvi delle maschere illuminanti per il viso all’oro siete nel posto giusto!

La città è caratteristica poiché ha mantenuto una parte antica, ma è riuscita a rimanere agibile.

Qui dovete visitare il castello con il suo parco!

È davvero un esempio della bravura e dell’armonia che riescono a creare con i loro parchi. E’ stata sicuramente una delle sorprese più gradite del nostro viaggio. Siamo rimasti colpiti come a Kanazawa si fossero unite la tradizione con la città moderna, rendendo la città davvero piacevole.

Hiroshima e Miyajima

Secondo il nostro parere, se si decide di andare in Giappone bisogna fare tappa ad Hiroshima.

Una giornata per ricordare e per comprendere meglio il vuoto che porta dentro un Paese.

Il memoriale della pace e il Genbaku Dome sono i luoghi che più ci hanno colpito.

Da qui recatevi poi a Miyajima, un’isola di fronte a Hiroshima che vanta una storia particolare.

Su quest’isola troverete il Santuario di Itsukushima, una delle poche strutture rimasta letteralmente in piedi dopo l’esplosione della bomba nucleare.

Quest’isola è magnifica, vi consiglio di dormire in un ryokan del luogo!

L’isola sembra un posto surreale, quasi come se il tempo di fosse fermato.

COME MUOVERSI IN GIAPPONE

Le applicazioni che abbiamo usato per muoverci all’interno del Giappone sono: Hyperdia e Tokyosubway, sono utilissime per controllare gli orari e le tratte della metropolitana e del servizio ferroviario.

Per il nostro itinerario abbiamo deciso di fare il Japan Rail Pass.

Non fatevi spaventare dal prezzo, vale ogni euro speso.

Per la prima volta in vita vostra proverete cosa significa davvero un mondo fatto per noi!!

Le stazioni e i treni sono tutti accessibili, i bagni spaziosi e pulitissimi.

Non c’è bisogno di avvertire nessuna assistenza e qualora aveste qualche domanda è sempre presente qualche addetto in ogni stazione per rispondervi in maniera cordiale ed esaustiva (anche se l’inglese non è sempre impeccabile).

Anche qualora aveste difficoltà a fare un leggerissimo dislivello di pochi centimetri, arriverà senza che ve ne accorgiate un addetto a mettervi una pedana di sua spontanea volontà.

Soprattutto a Tokyo ci metterete un po’ prima di diventare pratici con i trasporti. La loro fitta rete ferroviaria all’inizio è un po’ disarmante.

Fate solo attenzione che con il Japan Rail Pass potete prendere solo i treni “nazionali”. La metropolitana e alcune linee private non sono incluse.

Ad ogni modo vi consiglio di scegliere l’abbonamento che meglio si addice alle vostre esigenze e di comprendere il servizio metropolitano, così da muovervi senza problemi in ogni punto della città.

Sconsiglio l’utilizzo dell’aereo per spostarvi all’interno del Giappone. È molto meglio spostarsi in treno e magari prevedere delle tappe lungo il percorso per le tratte più lunghe per visitare delle città lungo il percorso.

CONCLUSIONE

Perché andare in Giappone?

Principalmente la risposta è una: il Giappone è un Paese attrezzato per le persone con disabilità.

Nelle città non avrete nessun problema per spostarvi.

Non vi aspettate però nessuna scontistica speciale perché essendo molto ben organizzati per le persone con disabilità non ci sono motivi di avere prezzi agevolati.

Un aspetto che merita particolari attenzioni sono i templi.

Se volete scoprire quali templi giapponesi visitare, e quali sono i templi agibili, dovrete aspettare il prossimo articolo!

Se volete altre informazioni o farmi domande scrivete qui sotto nei commenti.

Icon made by Freepik from www.flaticon.com